NEW YORK secret places

SECRET PLACES

Bello svegliarsi oggi, #anchesenza un pezzo di me che è rimasto a NEW YORK 😢

Ricapitoliamo su cosa fare prima di partire, questo post è la continuazione di  NEW YORK best of 4/5 giorni . Se vi affidate al vostro agente di viaggio, leggere i miei post potrà solo aiutarvi entrambi, quindi risparmierete tempo e fatiche.

Diversamente:

verificare i passaporti per gli USA, compilare l’ESTA (ingresso), prenotare on line un hotel senza colazione verificando la cancellazione anticipata, comprare la NEW YORK CITY PASS in base ai giorni di permanenza (1,3,5,7 ecc), può essere anche recapitata a casa ma consiglio il ritiro in loco, scaricate anche la relativa APP e anche quella di TRIPWOLF funziona off line, non mi ha mai tradita. Un volo comodo fa la differenza perché all’andata le ore sono nove, per chi abita in Liguria, direi di non sottovalutare il volo Genova Roma / Roma New York perché lo stop nella capitale è brevissimo, serve solo per muoversi da un Gate all’altro (pensateci) oppure come nel post NEW YORK best of 4/5 giorni volate Emirates da Milano. Ora siete in volo quindi avete ben 9 ore di tempo per pianificare qualunque cosa oltre vedere più di un film, adoro vedere le novità on flight.

Non mi dilungo a spiegare passaggi già scritti nel precedente post quindi passo al dunque.
Il migliore Hamburger lo troverete da Burger Joint  vi dico subito che trovare il pub è difficile, quindi svelo il segreto, entrate nell’hotel Park Meridien e svoltate a sinistra, dietro un tendone rosso si aprirà un mondo. Perché in questa strana location? Perché esisteva già e gli hanno costruito addosso un bel vestitino alberghiero di lusso 🙄.

La migliore Steak viene servita in moltissimi posti a NY, se non riuscite a resistere alla tentazione di un ristorante famoso provate  Peter Luger (una istituzione), Keens oppure Smith & Wollensky; riuscite a resistere? Virgil’s molto americana con tanto di musica country a volume altissimo, frequentata dai newyorkesi.

Il più particolare cibo asiatico in versione USA, non perdete Ramen Burger, non dico nulla… vedrete…

Il migliore Bagel, chi non conosce quelle morbide ciambelle di pane dolci o salate… da Est a Bagel, scoprirete un mondo, il posto esteticamente non attira ma osate le più stravaganti composizioni di ingredienti, vi stupirà 😳

Il migliore Drink da The Dead Rabbit (tra i più famosi al mondo), vi faranno aspettare al piano sotto per salire poi verso un universo di sensazioni, personalmente sono impazzita, ti spiegano qualunque cosa 😍

CONSIGLI

Trasferimenti da e per l’aeroporto taxi giallo (c’è una uscita apposita che ti mette già in coda) o transfer privato (on line) la tariffa sarà i circa $52 + mance + pedaggi di ponti o tunnel, con un conto totale di circa $67/70.

Se avete più giorni non tralasciate uno spettacolo a Broadway, la messa Gospel, una cena romantica sulle rive dell’Hudson (River cafe) un pochino caro ma vale la vista oppure meno impegnativo ma altrettanto cool e panoramico, il roof top bar dello Standard Hotel, (attenzione a non finire a fianco è la discoteca). Ricordate sempre che certi posti sono more expensive, io mi sono accontentata di quest’ultimo.

Il volo in elicottero varia da $194 (12 minuti) a $334 (30 minuti) a persona.

La NY PASS non è valida per salire l’ultimo tratto dell’Empire (dal 86 al 102 piano), quindi pagate la differenza perché una volta saliti sul pennone, sentirete oscillare il grattacielo.

SUPER consiglio, gli americani sono maestri del business quindi ad ogni ingresso delle attrazioni è solito trovare dopo aver vidimato la card o il biglietto, un impianto allestito per proporvi uno scatto ricordo, chiedete di passare oltre la coda di coloro che ne vanno matti, così eviterete la lunga coda delle famiglie numerose o degli aspiranti fotomodelli  😜

La visita al Chelsea Market merita l’assaggio delle aragoste, ostriche, zuppe e pesce crudo. Per togliervi dall’imbarazzo del come si fa a raccapezzarsi in mezzo ad una moltitudine di persone, siamo a NY,  cercherò di spiegare. Prima leggete i menù appesi alle pareti, fate coda alla cassa per prendere lo scontrino, dopodiché sarete chiamati per il piatto espresso. Per la zuppa stesso procedimento alla cassa ma la prenderete da soli dai dosatori di acciaio con i bicchieri termici in forma small, medium or large … troppo bello. Non sto a dirvi quanto gli occhi diventeranno grandi e curiosi nel vedere tutto il mondo in piedi appoggiato ai tavoli, tutti rosicchiano qualcosa, ragazze, gruppi, coppie, amici, turisti, uomini d’affari.

IMPERDIBILE

La colazione americana,

COLAZIONE TOP raffinata su Central Park  Sean George & Nougatine

COLAZIONE TOP per un possibile incontro VIP da Balthazar

COLAZIONE TOP EASY in un punto Deli come Katz’s Delicatessen quello del film Harry ti presento Sally

COLAZIONE AMBIENTATA da Pershing Square davanti a Grand Central Terminal

il panino con l’aragosta al Chelsea Market, una birra con snack al Fraunces Tavern (esiste da 1762), il pit stop al Plaza per un tea (dopo le 18/18,30), un hot dog per strada (ricordare sempre che a NY vale la regola che dove c’è coda si sta bene), un hamburger da Burger Joint, un cup cake non a caso da Magnolia Bakery (sono molti gli store andate in 200 Columbus Avenue at 69th Street) e da Geogetown Cupcakes è nuovo; la cultura e l’arte al Metropolitan Museum, al MoMa, una passeggiata in Central Park, una preghiera davanti ai tanti nomi scolpiti in bronzo sul parapetto delle piscine al 9/11 MEMORIAL PLAZA per salire solo dopo sull’Osservatorio. Una vista dall’alto dell’Empire (di notte), il Top of the rock (di giorno), il WTC, l’elicottero, un roof top bar; uno sguardo delle vetrine (a volte la parte migliore) di un grande magazzino tipo Macy’sCentury 21 (per il quale durante una visita all’osservatorio vi regaleranno una tessera sconto, diversamente può essere ritirata al piano mezzanino del negozio), oppure un outlet di fascia altissima come Woodbury Common Premium Outlet Un ricordo acquistato da Tiffany, un flash di elettronica con una sosta al cubo della Apple per gli appassionati e poi… camminare, camminare, camminare con un coffee on the go.

BEST HOTEL in NYC secondo lorenza#anchesenza

Care amiche, questa ricerca è stata accuratissima e non credo possa essere sfatata, quando vedrete queste strutture impazzirete per la bellezza, il fascino, la ricercatezza e quant’altro si possa cercare in un hotel speciale. Auguro a tutte di voi di poter realizzare un soggiorno in queste meraviglie, nel mese di novembre erano davvero inaccessibili 😍

The SURREY, The CROSBY, The MARK, The LOWEL, The PIERRE resta inteso in alternativa ai grandi Peninsula, Mandarin etc … troppo facile così 🤑🤑🤑

BEST HOTEL in NYC secondo lorenza#anchesenza ESAGERARE

The NoMAD, ARCHER, REFINERY, THE BEEKMANTHE NEW YORK EDITION, LIBRARY

CURIOSITÁ

Una piccola guida per:

ordinare le uova,

all’occhio di bue: EGGS SUNNY SIDE UP con il tuorlo verso l’alto
strapazzate: SCRUMBLED EGGS
coperte: EGGS BENEDICT
frittata: FRIED OMELETTE
solo albume: WHITE EGG

ordinare le patate,

patate al forno: BAKED potatoes

patate fritte: FRENCH fries

patate in purea: MASHED potatoes

ordinare cibi tipici del posto,

succo d’acero: MAPLE SYRUP

frittella: PANCAKE

ciambella di pane: BAGEL

toast con burro d’arachidi e marmellata: PEANUT BUTTER AND JELLY BREAD

salsicce da colazione: SWEET sausages

STRAVAGANZE

Per una visita divertente andate al MoSex (museo del sesso), un buon caffè lo troverete da Nespresso nella 761 Madison Ave, da I am a coffee (100% italiano) e in molti altri bellissimi bar.

AVVISI

RICORDATE SEMPRE di VERIFICARE se OCCORRE AGGIUNGERE le TASSE per OTTENERE il PREZZO FINITO o TROVERETE SORPRESE SGRADITE.

Quando partirete da NYC vi sembrerà di aver lasciato più cose da scoprire rispetto a quelle vissute, quindi BYE BYE next time, vi lascio le parole chiave per vivere questa città in pochi giorni:

colazione, cibo, aragosta, birra, pit stop, hot dog, hamburger, cup cake, coffee on the go, cultura, arte, passeggiata, preghiera, salita, vista, elicottero, roof, vetrine, elettronica, ricordo.

HARRY BACK, see you tomorrow. Puoi contattarmi all’indirizzo lorenza@anchesenza.com

3 Risposte a “NEW YORK secret places”

  1. Che precisione…grazie

  2. Bel post, e complimenti per il blog, mi piace molto!! 🙂 Buon fine settimana!! 🙂

    Ti/Vi aspetto sul mio blog di cucina: http://blog.giallozafferano.it/dolcisalatidielisabetta/ ; e su quello mio personale: http://ilblogdielisabettas.blogspot.it

    1. Ciao grazie che onore 😍 sono emozionata ☺️, ti seguo sempre!!! Sei bravissima.

Lascia un commento